venerdì 20 marzo 2015

Olio di Tamanù


E' un albero originario dell'Asia molto diffuso in Polinesia e lo si può trovare di frequente sulla costa. Il frutto ha la forma di una pallina verde ed è visibile in grappoli. Fiorisce due volte l'anno ed il fiore è piccolo e bianco. Un albero riesce a dare 100 kg di frutti l'anno, questi dopo l'essiccatura diventano delle sfere dal color legno chiaro. Dal frutto si ricava una mandorla e da essa dopo la spremitura si ricava l'olio di Tamanù. Affinchè l'olio conservi le sue proprietà è necessario che sia vergine e spremuto a freddo.


Ha delle proprietà curative eccezionali. L'olio di Tamanù è un antibiotico naturale per tutti i problemi di pelle oltre ad avere proprietà antinevralgiche, antimicrobiche e antiossidanti.
Ma guardiamo le sue proprietà più da vicino:

  1. Anti-infiammatorio naturale: questa attività è dovuta alla presenza del Calophylollide 4-phenil coumarine. L'applicazione dell'olio sulle infiammazioni dovute a lesioni cutanee riduce le infiammazioni e accelera la guarigione. Viene usato anche per curare i tatuaggi.
  2. Antibatterico: l'olio possiede degli agenti battericidi efficaci per combattere agenti patogeni. La Friedeline, il Canophillo e l'acido Canophillico presenti in quest'olio esercitano un'azione antibiotica.
  3. Cicatrizzante naturale: promuove la formazione dei tessuti e quindi accelera la cicatrizzazione. In Polinesia l'olio di Tamanù viene applicato su tutte le ferite da taglio, piaghe, bruciature, punture di insetti, bruciature solari, graffi, acne, cicatrici da acne, psoriasi, pelle secca e squamosa, eczema e psoriasi. Le mamme polinesiane lo applicano sui loro bebè per promuovere la crescita di pelle sana e prevenire le irritazioni da pannolino. 
  4. Antalgiche: utilizzando quest'olio in massaggio o in frizione, riduce il dolore dovuto a nevralgie, articolazioni dolorose e artriti, lombalgie e tendiniti.
  5. Deodorante naturale: riduce gli odori corporali e dei piedi.
  6. Idratante: contiene più del 35 percento di un acido grasso polinsaturo omega-6 (Acido Linoleico), questo è un elemento fondamentale nella ricostruzione dei lipidi epidermici. Rivitalizza la pelle secca e rovinata.
  7. Antiossidante: l'attività antiossidante aiuta a proteggere le cellule della pelle contro i danni causati dal deterioramento ossidativo. Utile quindi per prevenire le rughe e contrastare quelle già apparse.
  8. Protegge il sistema vascolare periferico: favorisce la circolazione periferica e capillare. Utile per la couperose. Indicato anche per gambe pesanti.
  9. Sbiancante della pelle: in Madagascar viene usato da donne e uomini con modesti risultati.
  10. Utilizzo cosmetico: il suo odore è simile a quello di olio d'oliva, dopo l'assorbimento la pelle resta morbida e vellutata. L'olio è usato in aromaterapia, in preparazioni cosmetiche e in prodotti solari. Viene impiegato anche per la cura dei capelli.


Le marche cosmetiche che vendono quest'olio sono: Naturado, Le erbe di Janas, Essenthya, De Saint-Hilaire, Aroma-Zone (se ne conoscete altre ditemele che le aggiungo).

AVVERTENZE E RACCOMANDAZIONI: l'olio di Tamanù può essere usato puro o diluito, in ogni caso è meglio non utilizzarlo puro per lunghi periodi a causa della sua normale acidità. Per i colpi di sole, ad esempio, è necessario mescolarlo con un altro olio (tipo: 90 percento olio di cocco e 10 percento olio di Tamanù). Sconsigliato in gravidanza.


4 commenti:

  1. Mai sentito nominare!!!
    Interessante prodotto però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperto per caso (me l'ha fatto provare una mia amica), prima di allora non sapevo della sua esistenza. Però devo dire che è molto buono e per essere un'olio non unge neanche tantissimo.

      Elimina
    2. Io adoro gli oli!!!!
      Buono a sapersi! Ciaooooo

      Elimina
  2. Non conoscevo questo olio! Molto interessante :)

    RispondiElimina